Tutti gli articoli di Andrea Canto

Sabbie Rosse: il terzo romanzo

Tra il 2014 e il 2016, ho scritto il mio terzo romanzo intitolandolo “Sabbie Rosse“.

*** Clicca qui per scaricare Sabbie Rosse in versione pdf ***

Ai tempi, ignoravo del tutto che nel 2014 era uscito un film (L’Iniziazione), con la regia del grande Kenneth Branagh e l’interpretazione di Kevin Costner.


La trama e lo svolgimento di Sabbie Rosse, a parte dettagli minori e i classici “spara spara” americani, è del tutto identica al film.
Una coincidenza fantastica!
Mentre in Italia scrivevo lo storyboard, la caratterizzazione dei personaggi e disegnavo gli intrecci, negli Stati Uniti stavano facendo l’identica cosa.

*** Clicca qui per scaricare Sabbie Rosse in versione pdf ***

Solo l’attentato è completamente diverso: il mio, ovviamente, è molto più bello. 🙂

Clicca qui per vedere il trailer del film su YouTube.

Sabbie Rosse non potrà mai essere pubblicato, sarebbe un plagio.
Sono venuto a conoscenza del film per caso, scanalando in tv alla fine del 2016. Vi lascio immaginare il mio stupore!

Dato che non voglio lasciarlo nel cassetto, ho pensato di mettere a disposizione gratuita il manoscritto originale per il download, al link qui sotto.

*** Clicca qui per scaricare Sabbie Rosse in versione pdf ***

 

 

Annunci

Una recensione di Quei Giorni Mai Esistiti

Lasciamo parlare i lettori, in questa bella recensione pubblicata oggi. Clicca qui per leggerla sul sito internet Anobii.com, oppure prosegui nella lettura dell’articolo.

logo_anobii

logothestory

“Questa è la mia prima recensione ed è dovuta al fatto che pochissime volte ho letto un autore italiano scrivere con quello stile decisamente americano. Suggestivo e descrittivo al punto che leggendolo mi sembrava di vedere le immagini scorrere come in un film.

La trama originale è supportata da un acuta definizione della complessa psicologia comportamentale di quelli che possiamo definire i protagonisti, in quanto pur avendo un personaggio principale molte sono le caratterizzazioni dei coprotagonisti, che a mio avviso non possono essere definiti solo comprimari.

Il susseguirsi di eventi legati tra loro con intensità costruiscono la spina dorsale del romanzo che incolla alla lettura. Il finale inatteso mi ha regalato la sorpresa e lo stupore dei migliori thriller.

Complimenti all’autore e lo consiglio caldamente.”


Clicca qui per leggere tutte le recensioni.